Parka-mania

L’inverno scorso ne abbiamo visti davvero tanti in giro per le strade e per i negozi, probabilmente ognuna di voi ne ha acquistato uno perchè è stato l’indiscusso capospalla di tendenza.

Parka ancora una volta, anche quest’inverno.

Merita davvero un altro post dedicato interamente a lui perchè appena le temperature scendono accanto al chiodo in pelle c’è il parka come protagonista.
Quali sono però gli abbinamenti meglio riusciti? Le chiavi di lettura più interessanti arrivano dal fronte fashion blogger come sempre.

Parka e righe, parka e total black. Parka e abiti chic e fluo. Spostiamolo dall’immaginario sportivo e portiamo nell’ambito più glam.
Le varianti sono molteplici e tutte hanno un comune denominatore: un capo street per eccellenza che diventa di tendenza tanto da calpestare passerelle e front row delle sfilate più ambite.

La sera abbinatelo agli abiti, alle gonne colorate come questa mini in giallo o questa plissè. A completare il look una borsa mini.

Io sono una grande fan delle t-shirt e queste le trovo eccezionali. Sotto al parka con un cardigan di lana, un paio di jeans e una borsa capiente. Per la scuola e l’università.

Un capospalla che si presa a mille interpretazioni.

Evergreen, ovvero gli intramontabili

Il cappotto nero, i jeans, gli stivaletti bassi, una camicia bianca.

Questi sono gli evergreen di sempre, con cui siamo nate e cresciute e che ancora oggi resistono nel tempo e ci piacciono sempre.

Ad ogni cambio di stagione la moda modifica le forme e i tagli e inventa sempre qualcosa di nuovo.
Ma se la moda dura una stagione, loro resistono per sempre.

Tra le proposte di OVS di questo autunno/inverno ho indagato alla ricerca di quei pezzi che vi durerebbero per anni.

Ecco quindi una mia lista di ciò che potrebbe essere evergreen anche tra 20 anni.

camicia bianca over: bando alle solite che vanno bene solo con i jeans: adesso la camicia diventa anche un abito!

gonna a pois: noi li leghiamo agli anni ’50 e solo questo sta a indicare la loro capacità di resistere alle stagioni

borsa nera: chi non la possiede? Comoda e capiente e dalla forma basica non teme avversari. Le pochette e le clutch hanno le stagioni contate, lei no.

abito nero: smanicato e con il collo alto, vi acompagnerà per molto tempo.

piumino: una volta erano gonfi e imbottiti, oggi sono snelli e leggeri… i nuovi piumini come nuovi evegreen.

Su cosa vale la pena investire subito? Secondo me su un cappotto. Cosa ne dite del montgomery?

Ora avete una lista di capi il cui acquisto sarà azzeccato anche per i prossimi anni.

Buono shopping e buona settimana!

Il colore dell’autunno: marrone

Dopo il guest post, torno a proporvi le tendenze di questa collezione di OVS.

Oggi parliamo di un colore che si adatta alla stagione che stiamo vivendo… sarà perchè ricorda le sfumature delle foglie in autunno, del tramonto oppure perchè i suoi toni caldi infondono positività e sono rassicuranti.

Sta di fatto che in questa collezione autunno/inverno, firmata OVS e Baby Angel, borse, pellicce e gonne sembrano vivere ora all’insegna di questa tonalità del marrone mettendo in secondo piano i classici bianco e nero.

Il marrone gioca con trame a rilievo, tessuti disparati, fantasie (come sulla camicia), maglie a tinta unita e trasparenze. Si distente su colli di pelliccia e si unisce al bianco e verde su un borsa dalla forma a cartella.
Grintoso quando lo trovate sui biker o sugli stivaletti in suede, è invece country sugli stivaletti con la zeppa e iriverente sulla pelliccia eco con cappuccio.

Potete completarlo con un total black o un total white… o spezzarlo con il denim.

Dite che vi invecchia o che non vi si addice? Se volete osare, scegliete un colore a contrasto e sarete le più glamour tra le vostre amiche!

Rock ‘n’ chic secondo Chimicamentefashion

I vestiti hanno il potere di farci sentire bene.
Appena acquistati, vintage, pezzi intramontabili o che seguono l’ultimo trend non è rilevante. L’importante è che ci permettano di comunicare al mondo chi siamo e cosa vogliamo.
Si veste sì l’abito ma anche lo stato d’animo che questo ci trasmette. Per essere chiari: tailleur grigio, senza particolare forma.
Monotonia, tristezza.

Tartan, un semplice jeans nero, perle e t-shirt con stampa “rockteschi. Raffinata, grintosa e moderna.

Ballerine in tartan. Il tartan è sinonimo di bon ton, di classicità, di “per bene”.
Stampa elegante e intramontabile, che da subito un’idea di serietà. Riporta alla mente l’infanzia; lo scamiciato o la gonnellina a pieghe che ci facevano indossare per le occasioni importanti, per le feste.

rockchic

Jeans Nero. Con il nero non si sbaglia mai e con il jeans altrettanto.

Perle. Le agognate perle della mamma; quelle che quando ti vengono regalate finalmente ti senti grande, ti senti donna.

T-shirt “rock” con teschi. Attuale, di carattere e combattiva. Per sdrammatizzare la serietà degli elementi precedenti e per mettere in chiaro che non ci faremo sopraffare dal mood bon ton, ci sarà sempre quel lato di noi fuori dalle righe, fuori dal tartan.

Per mettere un po’ di pepe dove serve o semplicemente nascondere il lato sofisticato e seducente e nascosto, il raso nero protagonista del look underwear. Rock ‘n’ chic, grintose e eleganti.

La blogger: Bionda e fiera di esserlo, lunatica, piacevolmente nevrotica, vitale, determinata. Un po’ come un riccio: pungente fuori, morbida dentro. Il mio blog è nato come estensione della mia Moleskine su cui appunto frasi, citazioni, pezzi di canzoni o poesie, considerazioni. Tutto ciò che attira la mia attenzione. Ho voluto creare un’agenda virtuale in cui raccogliere i miei pensieri su tutto ciò che cattura il mio interesse e solletica la mia curiosità. Un potpourri di argomenti: moda, cultura, cibo, città, pensieri e parole, uomini da cestinare…Il più apprezzato? Uomini DNR! Chimicamentefashion.com